top

CERCA NEL SITO


CALENDARIO
NEWS ED EVENTI

« Gennaio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
01 02 03 04 05 06 07
08 09 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31
» Visualizza tutti gli eventi

NEWSLETTER

Inserisci in tuo indirizzo e-mail per rimanere aggiornato su tutte le attività della nostra Associazione.

Legislazione | Diritti degli animali

L'espressione diritti animali (o diritti degli animali) si riferisce all'estensione alle altre specie animali di alcuni dei diritti fondamentali dell'uomo, quali il diritto di vivere in libertà o di non soffrire inutilmente.

Il termine "diritto" viene inteso sia in senso morale che legale. La posizione dei sostenitori dei diritti animali è dunque più specifica di quelle dei movimenti animalisti, che, nelle loro correnti più moderate, esprimono solidarietà nei confronti degli animali (animal welfare) senza necessariamente attribuire agli animali stessi dei diritti.

Nella cultura occidentale, l'idea di "diritti animali" ha radici nel pensiero antico e si sviluppa compiutamente a partire dal Settecento, secolo in cui si pronunciarono a favore di questo concetto pensatori come Voltaire e Jeremy Bentham; il secondo fu fondatore dell'utilitarismo moderno ed espresse posizioni analoghe a quelle oggi propugnate da Peter Singer, tra i padri del movimento per i diritti animali ed inventore dell'espressione liberazione animale. Il movimento che si richiama a Singer si definisce antispecista e si oppone all'utilizzo degli animali come cibo, come cavie ed in qualunque altro contesto.

Una Dichiarazione universale dei diritti dell'animale è stata approvata dall'UNESCO nel 1978. Attualmente, in qualche forma, l'attribuzione di diritti agli animali appare nelle legislazioni di diverse nazioni, tra cui la Svizzera.

La Dichiarazione universale dei diritti dell'animale è stata sottoscritta il 15 ottobre 1978 presso la sede dell'UNESCO a Parigi, con lo scopo di fornire un codice etico per sancire i diritti che spettano ad ogni animale. Il documento mira ad indicare, sul piano giuridico, un percorso verso il riconoscimento di diritti veri e propri all'animale, inteso come essere senziente, soggetto della propria vita e portatore di interessi.

La dichiarazione assume infatti come concetto guida quello della richiesta di rinuncia, da parte dell'uomo, al biocidio, cioè ad «ogni atto che comporti l'uccisione di un animale senza necessità» (articolo 11). D'altro canto, il documento è stato sottoposto a critiche, da parte degli animalisti più rigorosi, per alcune sue deroghe alla rivendicazione senza compromessi dei diritti animali. Infatti l'articolo 9, pur marcando la necessità di evitare l'ansia ed il dolore inutili, contempla l'allevamento e l'uccisione di animali per l'alimentazione umana.


fonti:
it.wikipedia.org/wiki/Diritti_degli_animali
it.wikipedia.org/wiki/Dichiarazione_universale_dei_diritti_dell'animale


ABA Associazione Benessere Animale Onlus - Piazza dei Tintori, 1 41057 Spilamberto (Mo) - Presidente: Linda Cammelini - Tel 059783272. Fax 0594922965 - C.F.91287230378

Chi siamo Progetti Storie Attualità Progetti speciali Gadgets Spazio bimbi News & Eventi Come aiutarci Legislazione Siti amici Contatti

ABA © 2011-2014